venerdì 11 ottobre 2019

2 Ilford Delta 400 (35mm) Hc-110 1+63

Sviluppate 2 Ilford Delta 400 da 35mm nella stessa tank, scattate con la Nikon FM e il Nikkor 28mm F/2.8 ais e il Nikkor 55mm f/3.5 durante il soggiorno estivo a Lecco.
Una pellicola e' stata esposta sul Lungolago Lecco, Abbadia Lariana, Menagio e Bellagio, Abbazia Cistercense di Piona.
L'altra sono tutti scatti effettuati nell'Orrido di Bellano con il cavalletto in situzione precaria.


630ml di acqua del rubinetto e 10ml di HC-110, diluizione 1+63

10 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 23 gradi, tempo bugiardino Ilford riporta 5 minuti a 24 gradi per 1+31, ho raddoppiato i tempo e dimezzato la diluizione).

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni al minuti 4 e al minuto 7 (i bugiaridni ilford in genere riportano tempi per negativi molto contrastati, ho ridotto al minimo l'agitazione)
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 6 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

mercoledì 9 ottobre 2019

2 Adox Silvermax (35mm) Silvermax Developer

Sviluppate 2 pellicole Adox Silvermax nella stessa tank scattate con la Nikon FM e il Nikkor 28mm F/2.8 ais e il Nikkor 55mm f/3.5...

Una pellicola e' stata scattata a Porto Recanati, una serie lunghe esposizioni agli scogli e alcuni scatti alle cabine a strisce bianche e azzurre con filtro giallo

L'altra pellicola sono delle lunghe esposizioni scattate in spiaggia a Le Castella all'alba.


700ml di acqua del rubinetto e 24ml di Silvermax Developer, diluizione 1+29

10,5 minuti (stretti) a 20 gradi (bagnomaria a 18 gradi, sul bugiardino Adox sono indicati 11 minuti a 20 gradi, ma a meta' sviluppo mi sono accorto che la temperatura del rivelatore era salita a 21 gradi cosi' ho ridotto il tempo di 30 secondi)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 lente agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 6 minuti agitando 2 volte ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

lunedì 7 ottobre 2019

1 Ilford SFX 200 (120) Kodak Tmax developer (1+4 usa e getta)

Sviluppata pellicola Ilford SFX 200 da 120 (scaduta apr 2016, conservata da me nel surgelatore). Scattata con la Yashica Mat 124G BIS alla caldara di Manziana i primi di agosto 2019 con il mio filtro ir 720.

Esposizione presa a 6 e 3 asa. Tempi a f/22 di 1 secondo e 3 secondi.
Gli ultimi 4 fotogrammi con filtro rosso hoya r25a e il grandangolo neweer prendendo l’esposizione per 200 asa e togliendo 3 stop.
Il rivelatore TMAX e' scaduto da 4 mesi, per questo ho deciso di sovrasviluppare la pellicola come se fosse stata esposta a 400asa.

400ml di acqua del rubinetto e 100ml di Kodak Tmax developer, diluizione 1+4

7,5 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 24 gradi, tempo da bugiardino ilford per 400asa a 20 gradi, convertito a 24 gradi).
60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi.

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 5,5 minuti agitando ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(Gli ultimi fotogrammi col filtro rosso sono evidentemente sovraesposti. Temo di aver esposto come se fosse un filtro IR oppure con questa pellicola il filtro rosso non toglie 3 stop)

1 Ilford HP5+ (120) Kodak Tmax developer (1+4 usa e getta)

Sviluppata Ilford HP5+ da 120, la pellicola e' stata scattata con la Yashica Mat 124g TRIS alla faggeta di Allumiere (scene con poco contrasto) e alle Greppe di Sant'Angelo al mattino a Cerveteri. L'esposizione e' stata presa per 400asa con l'esposimetro dello smartphone. Il rivelatore TMAX e' scaduto da 4 mesi, per questo ho deciso di sovrasviluppare la pellicola come se fosse stata esposta a 800asa.

400ml di acqua del rubinetto e 100ml di Kodak Tmax developer, diluizione 1+4

7,5 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 24 gradi, tempo dalla scatola della pellicola ilford per 800asa a 24 gradi).
60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi.

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 5,5 minuti agitando ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

mercoledì 2 ottobre 2019

Preparati stop e fix

Preparati con acqua minerale naturale e filtrati stop e fix.

530 ml di Stop
Ars imago stop 1+30 = 20 ml + 530 ml (acqua fino a riempire la bottiglietta da mezzo litro)

600 ml di Fix
Ars Imago Fixer = 100 ml + 500 ml

martedì 1 ottobre 2019

Viradon session

Virate 6 stampe su carta Ilford FB Classic 24x30cm sviluppate in Tetenal Eukobrom 1+7.

Sono 4 stampe delle radici alla “stranger things” e un paio della betulla alla caldara di Manziana.

Normalmente uso la soluzione di lavoro 1+200 (5 ml di viradon in 1 litro di acqua), ma questa volta avevo appena 3 ml di viradon sul fondo della bottiglia, cosi ho aggiunto solo 700ml di acqua, sciacquando la bottiglia per recuperare un pó di prodotto sul fondo.

Il viradon era vecchissimo, aperto anni fa' e ne era rimasto pochissimo sul fondo della bottiglia...

Le stampe non state ammorbidite in acqua, sono state immerse nel viradon da asciutte.

Le stampe sono state virate singolarmente in bacinella per 5 minuti in agitazione costante, subito dopo lavate in bacinella con una "doccetta" per 5 minuti. Successivamente sono state lavate tutte insieme per circa 40 minuti.(tutte e 6 nella bacinella contemporaneamente)

giovedì 13 giugno 2019

2 Ilford HP5+ (120) Kodak Tmax developer (1+9)

Sviluppate 2 pellicole Ilford HP5+ da 120 in tank diverse preparando 2 volte il rivelatore, le pellicole sono state scattate con la Mamiya 645 super alle cascatelle di Monte Gelato. L'esposizione e' stata presa per 400asa con l'esposimetro della Mamiya con modalita' misurazione pesata al centro. Tutti gli scatti sono stati fatti in bracketing 0 e +1

450ml di acqua del rubinetto e 50ml di Kodak Tmax developer, diluizione 1+9

15 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 23 gradi, tempo di devchart per 500asa).
60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 6,5 minuti agitando ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

mercoledì 12 giugno 2019

1 Ilford FP4+ (120) Kodak Tmax developer (1+9)

Sviluppata pellicola Ilford FP4+, la pellicola e' stata scattata con la Mamiya 645 super alle cascatelle di Monte Gelato. L'esposizione e' stata presa per 160asa con l'esposimetro della Mamiya con modalita' misurazione pesata al centro. Tutti gli scatti sono stati fatti in bracketing 0 e +1

450ml di acqua del rubinetto e 50ml di Tmax Developer, diluizione 1+9

11 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 23 gradi, tempo indicato su devchart).

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 750+150 per 6 minuti agitando 5 volte ogni 30 secondi

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

1 Ilford HP5+ (120) Kodak Tmax developer (1+9)

Sviluppata Ilford HP5+ da 120, la pellicola e' stata scattata con la Mamiya 645 super alle cascatelle di Monte Gelato. L'esposizione e' stata presa per 400asa con l'esposimetro della Mamiya con modalita' misurazione pesata al centro. Tutti gli scatti sono stati fatti in bracketing 0 e +1

450ml di acqua del rubinetto e 50ml di Kodak Tmax developer, diluizione 1+9

15 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 23 gradi, tempo di devchart per 500asa).
60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 5 minuti agitando ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

lunedì 10 giugno 2019

1 Ilford HP5+ (120) Kodak Tmax developer (1+9)

Sviluppata Ilford HP5+ da 120, le pellicola e' stata scattata a 400 asa per provare la Yashica Mat 124g III in riva al lago di Bracciano. Alcuni ritratti ad Annarita e un selfie nel fotogramma finale.

450ml di acqua del rubinetto e 50ml di Kodak Tmax developer, diluizione 1+9

14 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 23 gradi, tempo di devchart).
60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 5 minuti agitando ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

mercoledì 29 maggio 2019

1 Ilford FP4+ (120) Kodak Tmax developer (1+9)

Sviluppata pellicola Ilford FP4+, scattata con la Yashica Mat 124g prendendo l'esposizione per 160 asa.

I primi fotogrammi scattati alla Caldara il giorno di Pasqua e i restanti sono lunghe esposizioni a Bumba Beach.

450ml di acqua del rubinetto e 50ml di Tmax Developer, diluizione 1+9

12,5 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 25 gradi). Il tempo suggerito sarebbe stato 11 minuti, ma durante lo sviluppo la temperatura e' scesa a 23 gradi e quindi ho deciso di aumentare il tempo per compensare la mancanza di energia.

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 750+150 per 6 minuti agitando 5 volte ogni 30 secondi

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta



















 

mercoledì 22 maggio 2019

3 lastre Ilford HP5+ (4x5) HC-110 1+63

Sviluppate 3 lastre 4x5 di Ilford HP5+ scattate con la pinhole al bosco di Manziana il giorno del Pinhole Day 2019. Ho esposto solo 3 lastre perche' pensavo di svilupparle con l'accessorio progettato da Manuel ma visto che i tempi vanno per le lunghe ho deciso di svilupparle col solito metodo.

Le lastre sono state sviluppate in tank AP/KAISER con il metodo "taco" usando 2 elastici colorati per ufficio su ciascuna lastra (gli elastici per capelli usati precedentemente avevano cominciato a lasciare tracce sulle lastre)

930ml di acqua del rubinetto e 15ml di HC-110, dilluizione 1+63 (circa :-)

11 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi, per la diluizione B Ilford suggerisce 5 minuti).

No Pre-bagno di 5 minuti

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 800+150 per 6 minuti agitando 5 volte ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.

Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente), ho usato solo 500ml di demineralizzata agitando molto lentamente e continuamente

Asciugatura con pezzetta

(I negativi sembrano correttamente esposti e sviluppati. Sulle lastre non ci sono tracce lasciate dagli elastici)

 

 


mercoledì 15 maggio 2019

1 Rollei IR 400 (120) Kodak HC-110 diluizione e (1+50)

Sviluppata pellicola Rollei IR 400, scattata con la Yashica Mat 124g.

I primi 10 fotogrammi sono stati scattati a Macchiatonda un bella giornata di sole al mattino e il filtro Rokinon IR720 di Padesig, alcuni fotogrammi e' stato aggiunto un filtro ND16 per effettuare delle lunghe esposizioni marine (2 filtri non vignettano!) . L'esposizione col filtro Rokinon montato e' stata presa come se la pellicola fosse una 6 asa.

Gli ultimi 2 fotogrammi sono stati scattati alla caldara il giorno di pasqua, il cielo era molto coperto e c'era un basso contrasto, inutile ricercare l'effetto infrarosso. Non e' stato utilizzato nessun filtro e l'esposizione e' stata presa come se la pellicola fosse 400 asa (questi 2 fotogrammi risultano pesantemente sotto esposti, molto probabilmente senza filtro la pellicola deve essere esposta come se fosse 100asa)

Il precedente sviluppo in hc-110 coi tempi del bugiardino (5 min in hc-110 B) ha fornito dei negativi molto contrastati, questa volta sviluppero' in diluizione 1+50 per 6,5 minuti comodi agitando 2 volte ogni minuto)

500ml di acqua del rubinetto e 10ml di HC-110, diluizione 1+50

6,5 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi).

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 750+150 per 6 minuti agitando 5 volte ogni 30 secondi

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sono poco contrastati e sovraesposti, e' complicato ottenere dei neri in fase di stampa. La prossima volta esporre di meno e sviluppare di piu')


lunedì 13 maggio 2019

1 Adox Silvermax (35mm) Silvermax Developer

Sviluppata Adox Silvermax, le pellicola e' stata scattata con la Nikon FM e il Nikkor 28mm F/2.8 ais e il Nikkor 55mm f/3.5... Si tratta di esposizioni di 1 o 2 secondi effettutate alle cascatelle di Cerveteri.

Ho usato meta' sviluppo Adox Silvermax vecchio e meta' di quello nuovo, 6ml di uno e 6ml dell'altro. Ho usato 350ml di acqua invece che 348ml.

350ml di acqua del rubinetto e 12ml di Silvermax Developer, diluizione 1+29

9 minuti (precisi) a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi, il bugiardino Adox indica 11 minuti, lo sviluppo precedente ha fornito negativi che sembrano troppo contrastati)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 lente agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 5 minuti agitando 2 volte ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura senza pezzetta

(I negativi sno poco contrastati ma non e' stata sfruttata tutta la sensibilita' della pellicola, le ombre sono troppo chiuse. Ho provato a stampare qualche fotogramma ma il negativo non va' bene)

lunedì 6 maggio 2019

1 Adox Silvermax (35mm) Silvermax Developer

Sviluppata Adox Silvermax, le pellicola e' stata scattata con la Nikon FM e il Nikkor 28mm F/2.8 ais e il Nikkor 55mm f/3.5... I primi fotogrammi ad Ostia Antica con il filtro giallo montato, gli ultimi fotogrammi alle cascatelle di Cerveteri.

Ho usato meta' sviluppo Adox Silvermax vecchio e meta' di quello nuovo, 6ml di uno e 6ml dell'altro. Ho usato 340ml di acqua invece che 348ml.

340ml di acqua del rubinetto e 12ml di Silvermax Developer, diluizione 1+29

11 minuti (comodi) a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi, come indicato sul bugiardino Adox)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 lente agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 5 minuti agitando 2 volte ogni 30 secondi.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura senza pezzetta

(I negativi sembrano leggermente piu' contrastati degli sviluppi precedenti, da verificare in stampa se sono facilmente stampabili come i precedenti. Aggiornamento del 14/05/2019: i negativi hanno le alte luci bruciate, ho pure provato a sviluppare per 2 minuti in meno ma i negativi non sono comunque facilmente stampabili) 

venerdì 3 maggio 2019

Preparati stop e fix

Preparati con acqua minerale naturale e filtrati stop e fix.

530 ml di Stop
Ars imago stop 1+30 = 20 ml + 530 ml (acqua fino a riempire la bottiglietta da mezzo litro)

900 ml di Fix
Ars Imago Fixer = 150 ml + 750 ml

giovedì 2 maggio 2019

Acquistata bottiglia da 100ml di sviluppo Adox Silvermax

La confezione riporta come data di preparazione 12 febbraio 2019. La confezione precedente non riportava la data di preparazione ma aveva cambiato colore, ho deciso che i prossimi sviluppi li faro' usando meta' del vecchio sviluppo e meta' i quello nuovo.



Diluizioni Adox Silvermax Developer


giovedì 18 aprile 2019

Viradon Session

Virate 3 stampe ottenute da negativi IR, molto contrastate, su carta Ilford FB Classic 24x30cm sviluppate in Tetenal Eukobrom 1+7
.
Preparata soluzione di lavoro 1+200 (5 ml di viradon in 1 litro di acqua), il viradon e' vecchissimo, aperto anni fa' e ne e' rimasto pochissimo sul fondo della bottiglia...

Le stampe NON sono state ammorbidite in acqua, sono state immerse nel viradon da asciutte.

Le stampe sono state virate singolarmente in bacinella per 3 minuti in agitazione costante, subito dopo lavate in bacinella con una "doccetta" per 3 minuti. Successivamente sono state lavate tutte insieme per circa 40 minuti.(tutte e 3 nella bacinella contemporaneamente)

Alla fine del lavaggio i mezzi toni erano diventati color cioccolato, i neri e i bianchi non erano stati virati. Devo ancora vedere le stampe da asciutte se hanno continuato a virare cambiando colore anche ai neri e ai bianchi.


giovedì 4 aprile 2019

1 Rollei IR 400 (35mm) Kodak HC-110 diluizione B (1:31)

Sviluppata pellicola Rollei IR 400, scattata con la Nikon FM (20mm F/4 pre-ai e 28mm AIS) alla citta' abbandonata di Canale Monterano. Gli scatti effettuati con il 20mm F/4 con il filtro IR montato presentano una leggera vignettatura ai 4 angoli di ogni fotogramma.

Gli scatti sono stati effettuati con il filtri IR720 da 55mm marca Rokinon di Padesig che da test effettuati con la digitale toglie 5 o 6 stop. L'esposizione e' stata presa per 400 asa con l'esposimetro della Nikon FM e poi sono state effettuate 3 esposizioni di ogni scena aggiungendo 6, 7 e 8 stop. Da verifiche effettuate sui negativi in media basta sovraesporre di 6 stop con il filtro montato.

310ml di acqua del rubinetto e 10ml di HC-110, diluizione 1+31

5 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi) come da indicato all'interno della scatola in cartone della pellicola.

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando 10 secondi ogni minuto

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(la pellicola sembra parecchio contrastata, la grana sembra contenuta per essere una 400asa, l'effetto IR e' molto superiore rispetto alla precedente pellicola Ilford SFX 200. Aggiornamento del 17/04/2019: ho provato a stampare i negativi ed effettivamente sono molto contrastati, la prossima pellicola la sviluppero' in diluizione 1+50 per 6 minuti comodi agitando ogni 30 secondi)

Tempi sviluppo Rollei IR 400 da scatola 35mm



mercoledì 3 aprile 2019

1 Ilford SFX 200 (120) HC-110 diluizione B

Sviluppata pellicola Ilford SFX 200 da 120 (scaduta apr 2016, conservata da me nel surgelatore). Scattata con la Yashica Mat 124G alla caldara di Manziana con filtro IR720 Rokinon di Padesig che toglie 5 o 6 stop. Esposimetro dello smartphone impostato a 6 asa (come se il filtro fosse da 5 stop). La maggior parte degli scatti sono stati effettuati a F/22 in iperfocale per evitare i problemi di messa a fuoco.

500ml di acqua del rubinetto e 16ml di hc-110 diluizione H, 1+31.
9 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi), come riportato nel bugiardino ufficiale Ilford.

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni minuto
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 6+12+24 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(nonostante la pellicola sia stata conservata in freezer per 3 anni dopo la scadenza e' presente dell'evidente velo. Ogni scena e' stata ripresa a 6asa e 3asa, i fotogrammi sono molto molto simili)

1 Fujifilm Acros 100 (120) HC-110 diluizione H

Sviluppata pellicola Fujifilm Acros 100 scaduta nel 2011 che mi ha regalato Padesig e di cui non conosco la modalita' di conservazione. Scattata con la Yashica Mat 124G alla caldara di Manziana.

630ml di acqua del rubinetto e 10ml di hc-110 diluizione H, 1+63...
9 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi), il bugiardino ufficiale Fujifilm riporta 4,5 minuti per la diluizione B.

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni minuto
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(nonostante l'eta' della pallicola i negativi sembrano avere il giusto contrasto, ogni scena e' stata ripresa a 100asa e 50asa, i fotogrammi sono molto molto simili, purtroppo c'e' qualche difetto/buchetto sull'emulsione)


martedì 2 aprile 2019

Viradon Session

Virate 3 stampe su carta Ilford FB Classic 24x24cm sviluppate in Neutol 1+9.
Preparata soluzione di lavoro 1+200 (10 ml di viradon in 2 litri di acqua)

Le stampe sono state ammorbidite in acqua e non "strizzate" prima di essere immerse nel Viradon.
Le stampe sono state trattate per circa 18 minuti e poi lavate per circa 40 minuti.(tutte e 3 nella bacinella contemporaneamente)

Il colore assunto e' marrone color cioccolato, con i bianchi tendenti al purple.

(la prossima volta preparare meno soluzione di lavoro (5 ml di viradon in 1 litro di acqua) e tenere le stampe meno nel viraggio)

giovedì 7 marzo 2019

1 Kodak TMAX 100 (35mm) TMAX DEV 1+9

Sviluppata pellicola Kodak Tmax 100 scaduta a novembre 2018, scattata con la Nikon FM (28mm AIS e 55mm Micro) alla Riserva dell'insugherata e finita a Ostia antica. Gli scatti effettuati a Ostia Antica sono stati effettuati con il filtro giallo montato e affidando l'esposizione all'esposimetro della Nikon FM.

270ml di acqua del rubinetto e 30ml di TMAX DEV, diluizione 1+9

10 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 26 gradi, il tempo e' stato stabilito in base alle seguenti considerazioni: il bugiardino della tmax 100 dice che a 24 gradi 1+9 sono 13,5 minuti, ma sul bugiardino dello sviluppo tmax ci sono gli stessi tempi con indicato che se si devono stampare i negativi col condensatore bisogna ridurre i tempi di sviluppo del 20% o 30%... Ho deciso di ridurre i tempi di 25% e sono 10 minuti a 24 gradi. Questa volta sono riuscito a mantenere i 24 gradi avendo il bagno maria a 26 gradi.

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 7,5 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sembrano essere poco contrastati ma correttamente esposti)

mercoledì 20 febbraio 2019

1 Ilford FP4+ (120) Kodak HC-110 diluizione G (1:119)

Sviluppata pellicola Ilford FP4+ scattata vicino l'isola tiberina con la Bilora Bella 66 modificata pinhole da Franco Calabria. La pellicola e' stata esposta a 50asa e anche se dai calcoli la pinhole risulta essere F/200 ho usato la mia tabella "standard" per F/220 che uso pure con la pinhole in legno 4x5 pollici.

600ml di acqua del rubinetto a 5ml di hc-110 diluizione G, 1:119...
15 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 20 gradi), come consigliato in questo post da Eduardo Almeida (in realta' lui consiglia 14 minuti).

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni 3 minuti.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 6,5 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sembrano avere un basso contrasto, esattamente quello che mi aspettavo da questo tipo di sviluppo che e' consigliato per le lunghe esposizioni notturne. Purtroppo 3 fotogrammi sono andati persi a causa dell'otturatore che non resta incastrato, ci sono delle leggere vignettature. Forse la pellicola e' leggermente sovra esposta, le ombre piu' profonde sembrano essere poco dense, devo verificare se in stampa sara' complicato fare uscire fuori i neri. Aggiornamento del 5 marzo: ho provato a stampare i negativi su carta Ilford ART 300 ed effettivamente anche con filtro 5 il contrasto e' molto basso. Devo provare a stampare su baritata tradizionale)


domenica 17 febbraio 2019

Il sito del fotografo spagnolo Eduardo Almeida


http://www.eduardoalmeidaphotography.com

http://www.eduardoalmeida.es

Tempi di sviluppo Ilford FP4+ @50asa in HC-110 diluizione G



Praticamente per le lunghe eposizioni notturne i tempi di sviluppo della pellicola Ilford FP4+ @50asa in HC-110 diluizione G sono 14 minuti con agitazione per il primo minuto e poi 10 secondi ogni 3 minuti... Da provare...

giovedì 14 febbraio 2019

Kodak TMAX debeloper 1+9 diluition


Tempi presi da dev chart

1 Kodak Trix (120) TMAX DEV 1+4

Sviluppata pellicola Kodak Trix scaduta ad agosto 2018, scattata a luglio 2018 con la Yashica Mat 124G alla caldara di Manziana.

l litro di rivelatore Kodak T-MAX 1+4 era al quinto utilizzo.

6 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 20 gradi), il bugiardino kodak dice di fare 6 minuti, il litro di sviluppo tmax 1+4 era al quinto utilizzo quindi avrei dovuto aumentare il tempo di sviluppo di 1 minuto arrivato a 7 minuti. Kodak consiglia pure di ridurre i tempi dal 20% al 30% se si stampa con il condensatore. Ho deciso di ridurre i tempi di 25% e sarebbero stati 5,5 minuti a 20 gradi. Considerat8 che la pellicola era scaduta e lo sviluppo al quinto utilizzo ho preferito sviluppare per 6 minuti a 20 gradi

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 8 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sembrano avere il giusto contrasto, ogni scena e' stata ripresa a 400asa e 200asa, i fotogrammi sono molto molto simili)

mercoledì 13 febbraio 2019

1 Kodak TMAX 100 (35mm) TMAX DEV 1+9

Sviluppata pellicola Kodak Tmax 100 scaduta a novembre 2018, scattata con la Nikon FM (28mm AIS e 55mm Micro) alla caldara di Manziana e finita con le lunghe esposizioni agli scoglietti di Santa Marinella davanti alle case Pac Man.

270ml di acqua del rubinetto e 30ml di TMAX DEV, diluizione 1+9

11 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 24 gradi, il tempo e' stato stabilito in base alle seguenti considerazioni: il bugiardino della tmax 100 dice che a 24 gradi 1+9 sono 13,5 minuti, ma sul bugiardino dello sviluppo tmax ci sono gli stessi tempi con indicato che se si devono stampare i negativi col condensatore bisogna ridurre i tempi di sviluppo del 20% o 30%... Ho deciso di ridurre i tempi di 25% e sarebbero stati 10 minuti a 24 gradi. Purtroppo non sono riuscito a mantenere i 24 gradi costanti per tutto lo sviluppo e quindi ho deciso di aumentare il tempo di 1 minuto.)

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 6 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sembrano essere troppo contrastati, forse dovevo fare solo 10 minuti e agitare 2 volte ogni minuto)

martedì 12 febbraio 2019

Preparati stop e fix

Preparati con acqua minerale naturale e filtrati stop e fix.

530 ml di Stop
Ars imago stop 1+30 = 20 ml + 530 ml (acqua fino a riempire la bottiglietta da mezzo litro)

600 ml di Fix
Ars Imago Fixer = 100 ml + 500 ml

venerdì 18 gennaio 2019

1 Fomapan 200 (35mm) Kodak T-Max developer 1+4

Sviluppata 1 Fomapan 200, le pellicola e' stata scattata a 160 e 80 asa a Torre Flavia e lungo la strada per Tolfa con Nikon FM il 28mm F/2.8 AIS e il 55mm F/3.5 Micro.

Il litro di rivelatore Kodak T-MAX 1+4 era al quarto utilizzo (prima dello sviluppo l'ho dovuto rifiltrare perche' era pieno di "fiocchi" color argento)

5,5 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi)

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi (la temperatura di 20 gradi era costante per tutto lo sviluppo)
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta.

(i negativi sembrano leggermente poco densi e poco contrastati, devo provare a stamparli)

giovedì 10 gennaio 2019

2 Adox Silvermax (35mm) Silvermax Developer

Sviluppate 2 Adox Silvermax da 35mm nella stessa tank scattate con la Nikon FM e il 28mm 2.8 AIS e il 55mm F/3.5 micro:

- Una pellicola e' stata scattata al torrente sulla strada per Tolfa, su alcuni fotogrammi sono stati utilizzati i filtri colorati.
- L'altra pellicola e' stata scattata in Sardegna si tratta di lunghe esposizioni alla spiaggia "Su Barone" e altre in spiaggia a Siniscola (ramo e scogli)

580ml di acqua del rubinetto e 20ml di Silvermax Developer, diluizione 1+29

11 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 18 gradi, come indicato sul bugiardino Adox)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 lente agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 6,5 minuti agitando 10 secondi ogni minuto

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con leggero squezee tra le dita con la pezzetta

(I negativi sono molto interessanti, sembrano poco contrastati ma quello che ho gia' provato a stampare era cosi' ed andava bene. Su alcuni fotogrammi ho ripreso una grossa foglia verde con montato il filtro verde e sono venuti sotto esposti. Mentre scattavo il rullo a Tolfa faceva molto freddo sono finite le batterie dell'esposimetro della Nikon FM (erano molto vecchie), chissa' se l'esposimetro puo' aver riportato letture non corrette).