domenica 17 febbraio 2019

Il sito del fotografo spagnolo Eduardo Almeida


http://www.eduardoalmeidaphotography.com

Tempi di sviluppo Ilford FP4+ @50asa in HC-110 diluizione G



Praticamente per le lunghe eposizioni notturne i tempi di sviluppo della pellicola Ilford FP4+ @50asa in HC-110 diluizione G sono 14 minuti con agitazione per il primo minuto e poi 10 secondi ogni 3 minuti... Da provare...

giovedì 14 febbraio 2019

Kodak TMAX debeloper 1+9 diluition


Tempi presi da dev chart

1 Kodak Trix (120) TMAX DEV 1+4

Sviluppata pellicola Kodak Trix scaduta ad agosto 2018, scattata a luglio 2018 con la Yashica Mat 124G alla caldara di Manziana.

l litro di rivelatore Kodak T-MAX 1+4 era al quinto utilizzo.

6 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 20 gradi), il bugiardino kodak dice di fare 6 minuti, il litro di sviluppo tmax 1+4 era al quinto utilizzo quindi avrei dovuto aumentare il tempo di sviluppo di 1 minuto arrivato a 7 minuti. Kodak consiglia pure di ridurre i tempi dal 20% al 30% se si stampa con il condensatore. Ho deciso di ridurre i tempi di 25% e sarebbero stati 5,5 minuti a 20 gradi. Considerat8 che la pellicola era scaduta e lo sviluppo al quinto utilizzo ho preferito sviluppare per 6 minuti a 20 gradi

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 8 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sembrano avere il giusto contrasto, ogni scena e' stata ripresa a 400asa e 200asa, i fotogrammi sono molto molto simili)

mercoledì 13 febbraio 2019

1 Kodak TMAX 100 (35mm) TMAX DEV 1+9

Sviluppata pellicola Kodak Tmax 100 scaduta a novembre 2018, scattata con la Nikon FM (28mm AIS e 55mm Micro) alla caldara di Manziana e finita con le lunghe esposizioni agli scoglietti di Santa Marinella davanti alle case Pac Man.

270ml di acqua del rubinetto e 30ml di TMAX DEV, diluizione 1+9

11 minuti a 24 gradi (bagnomaria a 24 gradi, il tempo e' stato stabilito in base alle seguenti considerazioni: il bugiardino della tmax 100 dice che a 24 gradi 1+9 sono 13,5 minuti, ma sul bugiardino dello sviluppo tmax ci sono gli stessi tempi con indicato che se si devono stampare i negativi col condensatore bisogna ridurre i tempi di sviluppo del 20% o 30%... Ho deciso di ridurre i tempi di 25% e sarebbero stati 10 minuti a 24 gradi. Purtroppo non sono riuscito a mantenere i 24 gradi costanti per tutto lo sviluppo e quindi ho deciso di aumentare il tempo di 1 minuto.)

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 6 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

(i negativi sembrano essere troppo contrastati, forse dovevo fare solo 10 minuti e agitare 2 volte ogni minuto)

martedì 12 febbraio 2019

Preparati stop e fix

Preparati con acqua minerale naturale e filtrati stop e fix.

530 ml di Stop
Ars imago stop 1+30 = 20 ml + 530 ml (acqua fino a riempire la bottiglietta da mezzo litro)

600 ml di Fix
Ars Imago Fixer = 100 ml + 500 ml

venerdì 18 gennaio 2019

1 Fomapan 200 (35mm) Kodak T-Max developer 1+4

Sviluppata 1 Fomapan 200, le pellicola e' stata scattata a 160 e 80 asa a Torre Flavia e lungo la strada per Tolfa con Nikon FM il 28mm F/2.8 AIS e il 55mm F/3.5 Micro.

Il litro di rivelatore Kodak T-MAX 1+4 era al quarto utilizzo (prima dello sviluppo l'ho dovuto rifiltrare perche' era pieno di "fiocchi" color argento)

5,5 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi)

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 agitazioni ogni 30 secondi (la temperatura di 20 gradi era costante per tutto lo sviluppo)
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta.

(i negativi sembrano leggermente poco densi e poco contrastati, devo provare a stamparli)

giovedì 10 gennaio 2019

2 Adox Silvermax (35mm) Silvermax Developer

Sviluppate 2 Adox Silvermax da 35mm nella stessa tank scattate con la Nikon FM e il 28mm 2.8 AIS e il 55mm F/3.5 micro:

- Una pellicola e' stata scattata al torrente sulla strada per Tolfa, su alcuni fotogrammi sono stati utilizzati i filtri colorati.
- L'altra pellicola e' stata scattata in Sardegna si tratta di lunghe esposizioni alla spiaggia "Su Barone" e altre in spiaggia a Siniscola (ramo e scogli)

580ml di acqua del rubinetto e 20ml di Silvermax Developer, diluizione 1+29

11 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 18 gradi, come indicato sul bugiardino Adox)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 lente agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 6,5 minuti agitando 10 secondi ogni minuto

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con leggero squezee tra le dita con la pezzetta

(I negativi sono molto interessanti, sembrano poco contrastati ma quello che ho gia' provato a stampare era cosi' ed andava bene. Su alcuni fotogrammi ho ripreso una grossa foglia verde con montato il filtro verde e sono venuti sotto esposti. Mentre scattavo il rullo a Tolfa faceva molto freddo sono finite le batterie dell'esposimetro della Nikon FM (erano molto vecchie), chissa' se l'esposimetro puo' aver riportato letture non corrette).

giovedì 27 dicembre 2018

Giudicare sviluppo e esposizione di una pellicola

Dalla densita' dei toni scuri (chiari sul negativo) vedi l'esposizione.
Dalla densita' di quelli chiari (scuri sul negativo) vedi lo sviluppo.

(frase di Andrea Calabresi su Facebook)

lunedì 17 dicembre 2018

1/2 Adox Silvermax (35mm) Hc-110 1+31

Sviluppata mezza pellicola (e' un test) Adox Silvermax da 35mm scattata con la Olympus 35rc alla caldara di Manziana.

310ml di acqua del rubinetto e 10ml di Kodak Hc-110, diluizione 1+31

7 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi, come indicato sul bugiardino ufficiale adox)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 1 agitazione ogni 30 secondi.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando 10 secondi ogni minuto

Lavaggio metodo Ilford 6+12+24 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno 3 minuti prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con leggero squezee tra le dita con la pezzetta

(I negativi sembrano essere troppo contrastati, devo provare a stamparli ma l'impressione e' che dovrebbero essere sviluppati per un tempo inferiore del 15% o 20% e sicuramente agitando meno frequentemente)

1/2 Adox Silvermax (35mm) Kodak Tmax developer 1+9

Sviluppata mezza pellicola (e' un test) Adox Silvermax da 35mm scattata con la Olympus 35rc alla caldara di Manziana.

270ml di acqua del rubinetto e 30ml di Kodak Tmax developer, diluizione 1+9

10 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 19 gradi, come indicato sul sito devchart)

60 secondi di agitazioni iniziali e poi 5 agitazioni ogni minuto.
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.
Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando 10 secondi ogni minuto

Lavaggio metodo Ilford 6+12+24 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno 3 minuti prima e dopo i cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con leggero squezee tra le dita con la pezzetta

(I negativi sono molto interessanti, sembrano poco contrastati ma quello che ho gia' provato a stampare era cosi' ed andava bene. Il negativo e' molto simile a quelli sviluppati con il rivelatore dedicato Silvermax)

sabato 15 dicembre 2018

venerdì 7 dicembre 2018

2 Ilford Delta 400 (35mm) Kodak Tmax developer 1+4

Sviluppate 2  Ilford Delta 400 da 35mm nella stessa tank, le pellicole sono state scattate con la Nikon FM e con il 28mm F/2.8 ais e il 55mm F/3.5 micro.

Una pellicola scattata a Spiaggia Berchidda, sono tutte lunghe esposizione a degli scoglietti.
L'altra pellicola scattata alle dune e ai cespugli di Capo Comino e alla spiaggia di Sas Linnas Siccas.

Il litro di rivelatore Kodak T-MAX 1+4 era al secondo e terzo utilizzo.

6,5 minuti a 20 gradi (bagnomaria a 18 gradi), esattamente il tempo bugiardino Ilford.

30 secondi di agitazioni iniziali e poi 2 energiche agitazioni ogni 30 secondi (la temperatura di 20 gradi era costante per tutto lo sviluppo)
Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 7 minuti agitando frequentemente.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura con pezzetta

giovedì 6 dicembre 2018

2 Fomapan 100 (120) Rodinal 1+100 (agitazione minima)

Sviluppate 2 Fomapan 100 nella stesa spirale, infilate una dopo l'altra. Alla fine dello sviluppo quella interna si era leggermente sovrapposta a quella esterna.

Le pellicola sono state scattate a 100 e 50 asa in spiaggia a Torre Flavia e alla via degli inferi. La macchina usata e' la Mamiya Press con il porta negativi 6x9 e l'obbiettivo 65mm... Esposizione presa con l'app sullo smartphone Xiaomi Redmi Note 6. Tutte le inquadrature sono "precise" nei fotogrammi e sono state fatte attraverso l'apposito visore aggiuntivo per l'obbiettivo 65mm... La messa a fuoco e' stata fatta a stima utilizzando la scala delle distanze presente sull'obbiettivo stesso.

700ml di acqua del rubinetto e 7 ml di Rodinal, si tratta del Rodinal della ADOX preparato a Gennaio del 2018.

18 minuti (comodi) a 20 gradi (bagnomaria a 18 gradi, in pratica si tratta di sviluppare per un tempo piu' lungo, agitando poco e con uno sviluppo molto diluito).

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 5 minuti, 5 ribaltamenti al minuto.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura senza pezzetta ma facendo delicatamente lo squeeze tra le dita.

(i negativi sembrano essere ben sviluppati, alcuni forse sono un pochino troppo poco densi, su alcuni fotogrammi mi sembra di aver visto dei rarissimi buchini sull'emulsione. Nel cielo di un fotogramma c'e' evidentemente il segno dell'asciugatura di una goccia)

domenica 25 novembre 2018

1 Fomapan 100 (120) Rodinal 1+100 (agitazione minima)

Sviluppata 1 Fomapan 100, le pellicola e' stata scattata a 100 e 50 asa un giorno di pioggia alla necropoli bassa in compagnia di Pino. La macchina usata e' la Mamiya Press con il porta negativi 6x9 e l'obbiettivo 65mm... A causa del maltempo e della scarsissima luce tutte le foto sono state scattate con tempi superiori a un secondo. Esposizione presa con l'app sullo smartphone Xiaomi Redmi Note 6. Tutte le inquadrature sono "precise" nei fotogrammi e sono state fatte attraverso l'apposito visore aggiuntivo per l'obbiettivo 65mm... La messa a fuoco e' stata fatta a stima utilizzando la scala delle distanze presente sull'obbiettivo stesso.

500ml di acqua del rubinetto e 5 ml di Rodinal, si tratta del Rodinal della ADOX preparato a Gennaio del 2018.

18 minuti (comodi) a 20 gradi (bagnomaria a 18 gradi, in pratica si tratta di sviluppare per un tempo piu' lungo, agitando poco e con uno sviluppo molto diluito).

Stop di 60 secondi con 500ml acido acetico di Ars Imago in agitazione continua.

Ars Imago Fixer 500+100 per 5 minuti, 5 ribaltamenti al minuto.

Lavaggio metodo Ilford 5+10+15+20 con acqua del rubinetto filtrata e lasciando la pellicola a bagno maria prima e dopo dei cicli di agitazioni.
Lavaggio finale di 3 minuti in demineralizzata (no imbimbente)
Asciugatura senza pezzetta ma facendo delicatamente lo squeeze tra le dita.

(i negativi sembrano essere ben sviluppati, forse sono un pochino troppo densi, la pellicola non sembra presentare difetti sull'emulsione)